Privacy Policy

lunedì 20 giugno 2016

{DIARIO} Primo anno: nozze di cotone




È sicuramente un anniversario 
diverso da come me lo sarei immaginato. 
Non più brutto. 
Solo molto diverso. 

Queste dovrebbero essere le nozze di cotone,
Pensavo avremmo festeggiato con una cena
o con un regalo che avesse a che fare con il cotone...

Quando un anno fa ci siamo sposati 
non avevamo ancora nessuna idea di quello che avremmo fatto oggi, 
né tantomeno lo sapevamo a settembre 
quando siamo approdati QUI per la prima volta. 
QUI è Careggi, maternità, 
con una nuova professoressa a seguici 
dopo quasi 2 anni di cura in un altro centro. 
Giorni fa la nuova visita dopo 10 mesi con una diversa cura, 
con la consapevolezza che non sarebbe stato facile,
ma sembrava andasse tutto bene, invece... 
Quando ci ha detto "è il caso di cominciare 
a prendere un appuntamento al Centro di Infertilità" 
forse in cuor mio lo sapevo, ma non lo volevo accettare. 
Soffro ormai da anni di endometriosi, 
e Valerio ha avuto un tumore ormai 3 anni fa... 
Diciamo che da quel punto di vista, 
purtroppo, non siamo accoppiati bene...
Quelli successivi sono stati giorni di pianti, 
di "non ne voglio parlare" e di non accettazione.

Ma poi parlare ti aiuta. 
Forse anche scrivere qui mi aiuta a non tenermi tutto dentro. 
Gli amici ti comprendo, la famiglia ti dà conforto 
e lui che mi da la forza che non pensavo di avere. 
"Bisogna essere positivi" dice mentre mi abbraccia forte. 
Le amiche rimangono incinte e tu sei SINCERAMENTE contenta per loro... Ma poi nel buio della notte, stringendo il cuscino è difficile trattenere le lacrime.

Ma piano piano capisci che devi reagire, 
che devi essere forte e che non devi lasciarti abbattere, 
anche se i giorni positivi si alternano ancora quelli negativi, 
perché ci sono migliaia di persone come noi che ogni giorno 
affrontano il nostro stesso percorso con successo. 
E quindi eccoci QUI, oggi, 
il giorno del nostro primo anniversario 
per ricominciare di nuovo il lungo iter 
di tutte le analisi che dobbiamo fare,
(La dottoressa ci ha detto ci comprare 
uno di quei fascicoli ad anelli, perché tra un po' 
lo cose da aggiungerci saranno tante).
Mi sono comprata uno di quei bei quaderni floreali,
che mettono allegria, 
per "esorcizzare" quello che c'è dentro.

Magari questa data ci porterà fortuna.
Intanto il primo appuntamento è già fissato: 
11 ottobre... "arriverà presto" mi dico.

30 commenti:

  1. E' un momento difficile, ma uniti si reagisce e in qualche modo si trova anche una qualche soluzione. E' duro affrontare analisi e dottori per qualcosa che dovrebbe accadere naturalmente, ma ce la farete. Non vi scoraggiate e cerca di sorridere anche quando non ti va. In bocca al lupo ! claudiag

    RispondiElimina
  2. Aiuto,ho gli occhi colmi di lacrime.
    Ti auguro il meglio,un nuovo inizio da far uscire nuovamente il sorriso sul tuo/vostro viso.
    In bocca al lupo. Un abbraccio

    RispondiElimina
  3. Ormai ti seguo da tanto tempo e anche se non ci conosciamo mi sono affezionata a te!! :-) e mi dispiace di leggere di questo brutto momento. Pregherò per voi!! un abbraccio forte!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Purtroppo per ognuno di noi ci sono dei momenti brutti, delle sfide... Bisogna solo accettarle (e questa è la parte più difficile in assoluto) e affrontarle. Un abbraccio anche a te!

      Elimina
  4. Anche il mio quaderno era floreale e mi metteva allegria ogni volta che varcavo la soglia del
    Centro fertilità... Alla fine lo abbiamo riempito anche di splendide ecografie, e spero possa essere altrettanto per voi. Ti capisco, giuro.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non vedo l'ora di riempirlo anche io... Grazie Saretta! Ti abbraccio fortissimo!

      Elimina
  5. Tesoro! Ho letto ora!! Ti mando un bacio enorme e sono sicura che si risolverá tutto per il meglio... Le strade della vita spesso sono piene di curve che non ci si aspetta ma siete una coppia formidamile e sono sicura che il vostro amore vi guiderá fino in fondo, Fino alla meta scelta! Prendetevi per mano e partite.. Tutte le persone che vi voglio bene sosterranno il vostro cammino... Un bacione grosso!

    RispondiElimina
  6. Tesoro! Ho letto ora!! Ti mando un bacio enorme e sono sicura che si risolverá tutto per il meglio... Le strade della vita spesso sono piene di curve che non ci si aspetta ma siete una coppia formidamile e sono sicura che il vostro amore vi guiderá fino in fondo, Fino alla meta scelta! Prendetevi per mano e partite.. Tutte le persone che vi voglio bene sosterranno il vostro cammino... Un bacione grosso!

    RispondiElimina
  7. Ciao cara, mi sento vicina a te, io l'ho cercato per tanti anni naturalmente e poi ho avuto la fortuna che mi consigliassero un ottimo centro e un medico eccezionale (sono di Torino). Senza lunghe code e troppi pensieri, con il cuore leggero e mio marito a fianco a me abbiamo deciso il 15 gennaio di intraprendere questo percorso e il 15 marzo ero incinta. Il centro che scegli è fondamentale, è un percorso delicato ma da vivere il più serenamente possibile, perchè alla fine... per fortuna che c'è la scenza! :-) E una volta che finalmente ti ritrovi con un piccolino dentro di te tutto il resto non conta più, è tuo al 100% e nulla ti viene scontato, nausee comprese! Io ho volutamente evitato ospedali per le troppe code e gli stress che ti provocano, sentirsi considerata una persona e non uno dei tanti mi ha fatto vivere tutto con più naturalezza. Ti mando un abbraccio e un grosso in bocca al lupo per tutto!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Che bella storia mi hai raccontato... Riuscire a sfogarmi mi ha fatto capire che non è tutto nero... Grazie!

      Elimina
    2. No no non è affatto tutto nero, anzi! la scienza ha fatto passi da gigante, la stimolazione può non essere forte come sembra, anzi a me l'hanno abbassata "in corso d'opera". Gli ormoni della gravidanza sono molto ma molto più pesanti! :-) Sono sempre stata io, e mio marito mi è sempre stato a fianco: ha voluto farmi lui tutte le punture, ha letto i bugiardini meglio di me! Ci siamo sentiti sentiti ancora più uniti, ma soprattutto abbiamo sempre avuto fiducia in quello che stavamo facendo e nel medico che avevamo scelto. Il cuore e la mente devo essere serene e tranquille, questa è la chiave di tutto! un abbraccio Irene

      Elimina
  8. In bocca al lupo ragazzi! Martina è difficile, tanto. Un abbraccio, Laura

    RispondiElimina
  9. Carissima hai fatto bene a scriverlo... è giusto parlarne, perchè scoprirai che non siete soli. Questo certo non aiuta a sentirsi meglio, ma almeno otterrai consigli da chi ci è già passato e che magari ha trovato un modo, una strada per affrontare tutta questa sofferenza.
    Vi abbraccio forte.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. È stato veramente dura scrivere tutto ciò che sento. È stato difficile avere il coraggio di cliccare su "pubblica" sapendo cosa avrebbe comportato: tutti avrebbero saputo, mi avrebbero guardato con occhi compassionevoli pensando "poveretti"? Non volevo passare dalla poverina di turno... Questo è il mio "giardino sicuro" dove posso rifugiarmi e sfogarmi... Però ho scoperto quanto le persone possano esserti vicine, quanto le mie emozioni siano vicine (purtroppo) a quelle di tante altre, che ti capiscono e ti consigliano... È stata dura, ma ne sono felice.

      Elimina
  10. Capisco bene il tuo stato d'animo, è un percorso molto duro sia psicologicamente che fisicamente. A volte sembra che tutto il mondo ti crolli addosso, specie dopo l'ennesima notizia di gravidanza dell'amica o della vicina del 4° piano che ha già 3 figli e non fai altro che vederla con la pancia da 5 anni a questa parte! Perché poi sembra proprio che le tutte le pance della zona ti vengano a cercare ecchecavolo!!!!E allora pensi " possibile che x gli altri sia così semplice e per me no???" È dura, lo so, ma poi passa, fidati!!! Quel dolore intenso che nessuno, ma proprio nessuno, neppure tuo marito può comprendere, prima o poi svanisce e allora si è pronti a ri-cominciare tutto, la sfilza di esami, gli appuntamenti, le punture, i pianti per gli ormoni ballerini e così via! In questo momento anch'io sono in attesa di fare la fivet a luglio, ma rispetto alle altre volte(perché purtroppo ho già dato senza successo) cerco di viverla il più serenamente possibile, anche perché ho appurato che è sempre andata meglio a chi la prende a cuor leggero! Quindi cerca di viverla anche tu così, a cuor leggero, e sono sicura che tutto andrà bene, lo auguro a te e perché no,anche a me ;-) Con affetto Sami ♡

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Sami! Si purtroppo sono solo le altre che capiscono le emozioni che si alternano, le ansie e le paure... È per questo che ho deciso di sfogarmi, per cercare, per quanto possibile, di allontanare tutti i pensieri negativi...
      Ti auguro con tutto il cuore che sia la volta buona, te lo auguro con tutto il cuore!

      Elimina
    2. Hai fatto benissimo, tirare fuori tutto è la medicina migliore e vedrai che appena inizi a parlarne, riesci ad "accettare" la cosa, i nodi della matassa lentamente si sciolgono e tutto diventa più facile!
      P.s. un'ultima cosa, dai retta a tuo marito, bisogna essere POSITIVI ♡

      Elimina
  11. Martina ciao, leggere queste righe mi ha fatto venire le lacrime agli occhi perchè io e mio marito ci troviamo nella stessa situazione, abbiamo iniziato da poco a fare esami e delle cure, ci sono giorni in cui mi dico, vedrai andrà bene, questo mese sarà il nostro turno per la felicità, ma poi tutto svanisce e tutte le tue speranze vanno a svanire, non ci credi più, cerchi di far finta di niente per proteggerti dal dolore e dal vuoto che ti senti dentro, non funziona purtroppo, mi riempio di impegni di cose da fare x non pensare, ma nulla, è lì, che poi si ripresenta.
    Io e mio marito siamo uniti nella speranza che un giorno anche noi avremo un piccolo tra le braccia da coccolare...
    Sabry

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Sabry, si purtroppo è difficile... Anche io come te cerco di essere sempre impegnata (con il fisico e con la mente), ma purtroppo non funziona... Arriva quel momento della giornata in cui ti fermi e inevitabilmente ci pensi. Bisogna rimanere positivi, cercare ciò che di bello c'è in ogni giornata, anche se è dura! Ti auguro, come lo auguro a tutte noi (perché ho scoperto di essere in tantissime) di raggiungere prima o poi quella felicità che ogni giorno lottiamo per avere.
      Un abbraccio grande.

      Elimina
  12. Ciao Martina, non ti conosco ma, siccome una mia carissima amica ha passato quello che stai passando tu, conosco la storia. Ed è pesante.
    Loro hanno aspettato 7 anni, tra cure ormonali, inseminazioni, aborti...senza mai, INCREDIBILMENTE, perdere la forza e la speranza. Li fortificava il loro bellissimo rapporto e il reciproco supporto. Adesso lei sta per partorire una fortunata bimba arrivata NATURALMENTE. Forse quando Dio ha deciso che fosse il momento giusto, chi lo sa. Ma sarà fortunata e molto amata.
    Come succederà a voi. E spero che l'11 ottobre, ovvero la data del mio compleanno, vi porti fortuna !! Non perdete la speranza e non perdetevi tra voi !!!!
    Elena

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Elena, spero che ci porti fortuna 😘

      Elimina
  13. Grazie per aver scritto questo post. Mi sono sentita meno sola. Hai scritto pensieri che mi appartengono. Io e mio marito abbiamo deciso di non intraprendere il percorso della fecondazione assistita, ma quello dell'adozione, c'è da spettare un po perché bisogna essere sposati da almeno tre anni.. ma va bene così. Grazie Martina di aver condiviso questo pezzo della tua vita così intimo. Roberta

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Roberta,
      So quanto queste scelte possano essere difficili da prendere. Qualunque sia la strada sembra sempre troppo in salita. Una salita che può durare anni (sia per la fecondazione che per l'adozione)... Ma poi quando si arriva in cima al "monte", guarderemo giù e scopriremo che tutto il nostro percorso ha fatto si che la ricompensa sia ancora più grande.
      Ti mando un abbraccio forte!

      Elimina
    2. Un abbraccio anche a te. Io comunque nonostante l'inferno che abbiamo passato quest'anno mi reputo fortunata.. Perché i problemi di fertilità mettono a dura prova i rapporti e il mio ha superato ogni tipo di difficoltà..
      Hai ragione la strada sembra sempre in salita ed incerta.
      Ti auguro con tutto il cuore il meglio per te!

      Elimina
  14. Un bacio al tuo cuore coraggioso!

    G

    RispondiElimina